Neurobase.it
Tumori testa-collo
Xagena Mappa
Medical Meeting

L’interazione dei polimorfismi MPO e A2M aumenta il rischio di sviluppare la malattia di Alzheimer


I geni codificanti per la mieloperossidasi ( MPO ) e per l’alfa 2-macroglobulina ( A2M ) sono coinvolti nei pathway molecolari che portano al depositarsi del beta-amiloide.

Due siti polimorfici in questi geni ( MPO-G/A e A2M-Ile/Val ) sono stati messi in relazione con la malattia di Alzheimer.

Ricercatori italiani hanno analizzato la relazione dei polimorfismi MPO-G/A e A2M-Ile/Val con la malattia di Alzheimer sporadica e valutato le interazioni tra i polimorfismi del gene apolipoproteina E ( APOE ) , MPO, A2M , nella determinazione del rischio di malattia di Alzheimer.

Hanno preso parte allo studio 148 pazienti con malattia di Alzheimer sporadica.

Gli alleli MPO-G e A2M-Val sono stati trovati più frequentemente tra i pazienti che non tra i controlli, così come i genotipi MPO-G/G e A2M-Val/Val.

L’odds ratio ( OR ) per il genotipo MPO-G/G è stato 1.78 e per il genotipo A2M-Val/Val 3.81.

La presenza dei genotipi MPO-G/G e A2M-Val/Val ha aumentato in modo sinergico il rischio di malattia di Alzheimer ( OR = 25.5 ).

I polimorfismi MPO e A2M sono associati allo sviluppo della malattia di Alzheimer sporadica tra i pazienti dell’Italia del Sud.
Inoltre, un’interazione genomica tra questi polimorfismi aumenta il rischio di sviluppare la malattia.( Xagena2004 )

Zappia M et al, Arch Neurol 2004; 61: 341-344



Neuro2004


Indietro